NEWS
Siti Consigliati

L'Obesità

L'obesità viene definita dall'organizzazione mondiale della sanità una condizione clinica caratterizzata da un eccessivo peso corporeo dovuto ad un accumulo di tessuto adiposo che influisce negativamente sullo stato di salute. L'obesità insorge quando la quantità di calorie introdotte con l'alimentazione supera il consumo di energia. In questo caso l'energia si trasforma sotto forma di grasso.

COME SI RICONOSCE UN OBESO

Il peso non è una misura sufficiente che consente di valutare il grado di obesità. L'indice di massa corporea, detto BMI misura il rapporto tra peso e altezza ed è il metodo più attendibile per definire l'obesità. L'indice di massa corporea si misura calcolando il rapporto tra peso corporeo(Kg)e altezza(m2). Un BMI superiore a 30 è indice di obesità grave.

LE CAUSE CHE DETERMINANO L'OBESITÀ

La causa principale che determina una condizione di obesità è una introduzione eccessiva di cibo altamente calorico dovuto ad abitudini alimentari sbagliate o per un disturbo del comportamento alimentare sulla base psicologica. Ma ci sono anche altri fattori che possono contribuire alla condizione di obesità come i fattori generici, metabolici ed endocrini. L'obesità è quasi sempre associata al benessere, infatti, nei paesi più ricchi si riscontra un aumento esagerato di grassi e di zuccheri (cibi altamente calorici), ma in compenso si è riscontrata una diminuzione dell'attività fisica.

DIVERSI TIPI DI OBESITÀ

Esistono 3 tipi di obesità che si distinguono in base alla distribuzione del tessuto adiposo:

1) Obesità Aneroide: tipica degli uomini (classica forma a mela) dove il grasso si accumula quasi sempre a livello addominale e intorno ai visceri addominali.
2) Obesità Ginoide: tipica delle donne (classica forma a pera) dove il grasso si accumula quasi sempre a livello sottocutaneo nella regione dei glutei, sulle cosce e sui fianchi.

3) Obesità Mista: dove le caratteristiche dell'obesità ginoide ed aneroide si associano.

I RISCHI PER LA SALUTE

Le malattie più frequenti nei soggetti obesi sono:
- Ipertensione arteriosa
- ictus cerebrale
- infarto cardiaco
- diabete
- insufficienza respiratoria
- calcolosi della colecisti
- dolori articolari
- dislipidemie
- gotta
- tumori maligni (colon, utero, mammella).

Le persone obese sono, spesso e volentieri, escluse dalla società. Tutto influisce negativamente sul senso di autostima.

I VANTAGGI DELLA PERDITA DI PESO

La perdita di peso porta ad un miglioramento, e nella maggior parte dei casi, della guarigione di quasi tutte le malattie e dei disturbi che insorgono a causa dell'obesità come il diabete, i dolori ossei, l'ipertensione, le malattie cardiache ecc.
La terapia chirurgica dell'Obesità Grave viene impiegata solo quando, attraverso la terapia medica, non si è riusciti ad ottenere i risultati desiderati.